Logo
sistrall.it

Pubblicata il 4 settembre 2015

Minorca, bellissima e selvaggia

Minorca, bellissima e selvaggia

Chiedi a un'amico che l'ha visitata e ti dirà che Minorca é bellissima e selvaggia. Prova: smetti di leggere, prendi il telefono, chiamalo e senti cosa ti dice. Io aspetto qui.

Fatto? Che t'avevo detto? “Ah, guarda, Minorca è bellissima e selvaggia!”

Vero: Minorca é un'isola molto bella, dalle coste—purtroppo—decisamente antropizzate.

Il lato nord é fatto per lo più di scogliere a picco; è quello più selvaggio dell'isola. Contiene una manciata di spiagge che si possono raggiungere combinando auto (per arrivare agli appositi parcheggi) e camminate (dai parcheggi fino al mare) attraverso panorami anche mozzafiato. Il pranzo lo porti con te nello zaino, insieme alle bottiglie d’acqua per sopravvivere al caldo: niente baretti in spiaggia, al massimo un ristorante vicino al parcheggio. Il menù, per inciso, é lo stesso quasi ovunque e, se sei un amante dei piatti locali, preparati a una caccia al tesoro continua con rare rivelazioni.

Le coste sud, sud-est e sud-ovest sono disseminate di urbanizzazioni: paesi senz'anima, mi viene da dire. Sono quartieri, anche grandi, di ville e villette, più o meno addossate le une alle altre, più o meno grandi, più o meno vissute. E, di solito, ogni urbanizzazione porta con sé un po' di alberghi. A volte si tratta di hotel a sviluppo verticale, otto o dieci piani di cemento a bordo mare, in altri casi sono villaggi vacanze a sviluppo orizzontale che occupano porzioni di costa piuttosto grandi.

Da dove viene, dunque, la spiaggia in mezzo al nulla della foto? Si chiama Cala Tortuga ed è una delle spiagge che mi sono piaciute di più.

Le altre spiagge su cui sono stato, più o meno in ordine di preferenza:

  • Cala Tortuga, imperdibile, a tre quarti d'ora di cammino dal parcheggio vicino al faro di Favàritx
  • Cala Pilar, spiaggia di terra rossa
  • Cala Mesquida, col suo fascino e il furgone dei gelati
  • Cala Pregonda e Cala Viola, dalle parti di Cap Cavalleria
  • Cova des Pardals, per fingersi Capitan Uncino
  • Cala Parejals, una spiaggia che non è una spiaggia
  • Cala Macarelleta
  • Cala d'Algaiarens a La Valls
  • Es Talaier
  • San Tomas
  • Son Bou
  • Cala Blanca, che potete tranquillamente tralasciare

Precedente Minorca, AeroportoMinorca, Aeroporto 1 settembre 2015

Successiva Visto da qui, niente spleenVisto da qui, niente spleen 8 settembre 2015

Cosa ne pensi?